MARCHE DI SIGARI CUBANI

Sigari cubani sono sempre stati incredibilmente ricercati e oggi, con questi sigari in offerta ancora più breve, la domanda non è mai stata così grande. Per determinare cosa rende questi sigari così iconici, è importante dare un'occhiata alla loro ricca storia. 

Sebbene l'origine del sigaro come lo conosciamo oggi sia spesso associata a Cristoforo Colombo e alle sue imprese nelle Americhe, può essere fatta risalire molto prima, all'era Maya, in effetti. Come con la maggior parte dei prodotti a base di erbe, il sigaro iniziale doveva contenere qualità medicinali che gli antichi Aztechi e Maya avrebbero utilizzato per il benessere e il miglioramento mentale e spirituale. Il 'sikar', come veniva chiamato migliaia di anni fa, sarebbe stato usato anche come offerta agli Dei oltre che per attività ricreative e piacevoli. Anche se non ci vorrà molto perché l'uomo moderno si renda conto che non c'erano veri benefici medicinali, la pratica del fumo di sigaro sarebbe continuata per secoli, portando infine alla sua scoperta da parte di Colombo e alla successiva introduzione in Spagna, Europa e nel resto del mondo.

Hispaniola (l'attuale Haiti, Repubblica Dominicana e Cuba) era il luogo in cui l'esploratore scoprì il Sikar nel 15 ° secolo, dopo aver visto la gente del posto fumare foglie di tabacco essiccate avvolte in foglie di piantaggine. I conquistatori spagnoli si abituarono a questa usanza locale e iniziarono ad esportare le foglie essiccate nel Vecchio Mondo. Solo poco dopo si sono resi conto che c'era un vantaggio significativo nell'arrotolare il tabacco localmente prima che viaggiasse all'estero: questo processo ha assicurato che la qualità sarebbe rimasta molto più a lungo rispetto al trasporto prima delle foglie e poi alla laminazione in Spagna. Come per la maggior parte delle "importazioni" esotiche a quei tempi, gli europei consideravano i sigari uno status symbol associato alle alte sfere del lusso dell'alta società. Rappresentavano la mondanità e soprattutto la ricchezza. C'era anche un certo prestigio e artigianato nel fumare un sigaro Havana, al contrario di uno arrotolato localmente.

Cuba in particolare era nella posizione migliore per raccogliere i maggiori benefici dell'esportazione, poiché la terra era già matura con foglie di tabacco della migliore qualità. Ha dato il via alla storia d'amore di lunga data dell'isola, con una serie di fabbriche di sigari e impianti di produzione eretti per facilitare la domanda locale e internazionale. Nel 1700, il tabacco superò lo zucchero come la più grande esportazione del paese e verso la metà del 1800 Cuba era entrata nell'era d'oro della produzione del tabacco, dando vita a oltre 10,000 piantagioni e vedendo l'emergere di alcuni dei marchi di sigari più famosi al mondo. Questo boom della produzione ha portato la produzione di sigari a diventare un sostentamento essenziale per le comunità locali, fornendo reddito e rivoluzionando lo stile di vita del paese e lo status internazionale. Allora, chi erano e sono gli attori chiave nell'industria cubana del tabacco?

Oggi, alcuni dei migliori marchi ancora in produzione sono tra i più antichi che hanno vissuto prima della Rivoluzione, la nazionalizzazione, il crollo dell'Unione Sovietica e periodi più luminosi nella storia punteggiata di Cuba. Di Larrañaga, Partagas, Ramón Allones, El Rey del Mundo, Punzone e H. Upmann furono tutti fondati tra il 1834 e il 1848, gli ultimi tre casualmente da uomini d'affari tedeschi. Hoyo de Monterrey venne nel 1865, con Romeo y Julieta dopo dieci anni. Una manciata di marchi ormai famosi sarebbe stata lanciata nel 1900 incluso Bolivar, Montecristo, Cohiba e Trinidad. Ci sono varie ragioni, oltre al semplice tabacco stesso, dietro il successo e la longevità di tutte queste marche di sigari. Il marketing, l'associazione della percezione del marchio e il richiamo avrebbero un ruolo chiave nella reputazione internazionale di questi sigari, in particolare di quelli più giovani. Cohiba, ad esempio, è diventato un culto attraverso l'immagine e l'associazione con il leader cubano Fidel Castro, mentre dall'altra parte dello stagno, Romeo e Giulietta sono stati sostenuti da un certo Sir Winston Churchill. La vitola ammiraglia del marchio Romeo y Julieta è stata chiamata in onore del loro cliente più famoso e continua ad essere alcuni dei sigari più apprezzati nel loro repertorio. Tuttavia, il posizionamento intelligente del marchio - prende il nome dalla famosa opera teatrale di Shakespeare, Romeo e Giulietta, e ispirato dagli operai che si divertivano ad ascoltare la commedia mentre erano al lavoro - e l'incredibile capacità di vendita, in particolare da José 'Pepin' Fernández, Romeo y Julieta è diventato uno dei marchi di sigari più rinomati a livello internazionale e rimane tale. Mentre alcuni marchi hanno costruito una reputazione grazie a una narrazione sana e un'ammirevole offensiva di fascino, altri come Partagás hanno attirato fama e attenzione attraverso metodi più non convenzionali. 

Don Jaime Partagas y Ravelo ha riscontrato un notevole successo come proprietario del suo marchio omonimo, avendo lavorato nel mondo del tabacco dalla tenera età di 14 anni. È stato, infatti, il primo proprietario di una fabbrica a far leggere qualcuno ai suoi dipendenti mentre lavoravano, ed è ampiamente attribuito come il primo a sperimentare metodi di fermentazione e invecchiamento del sigaro per aumentare la produzione e preservare la qualità. Tuttavia, col passare del tempo, Jaime avrebbe speso la maggior parte della sua fortuna in uno dei suoi più grandi vizi: le donne. Il suo essere donnaiolo e molte battaglie legali lo hanno reso un obiettivo primario in tutto il settore. Fu anche accusato di aver tentato di rubare il nome Cabañas, un marchio affermato fondato nel 1797 che continuò nelle sue attività fino a quando non fu interrotto da Castro nel 1962. Verso la fine del 1800, la fortuna di Don Jaime si esaurì e fu assassinato in una delle sue stesse piantagioni.

Condividendo il protocollo di lettura di Don Jaime con i dipendenti, c'era un altro marchio incredibilmente famoso oltre a Romeo y Julieta che prese il nome da un famoso pezzo di letteratura. Montecristo è stata fondata nel 1935 e prende il nome da Il conte di Montecristo, 1845 di Alexandre Dumas. Il libro è basato sulla storia di Dantés, che è stato falsamente accusato di tradimento e cerca vendetta contro i suoi nemici. Era un altro favorito per i torcedores che ascoltavano la storia mentre lavoravano alla creazione dei loro sigari. La bellezza di questi sigari dipendeva anche dalla sua posizione e dal processo, qualcosa che è stato sostenuto dal marchio di sigari cubani più antico del mondo ancora in funzione.

Dalla passione, dall'amore e dall'omicidio a più, diciamo, storie di origine spensierate, Por Larrañaga è attualmente il più antico marchio cubano che produce ancora sigari. Ironia della sorte, sebbene siano i più antichi, sono stati il ​​primo marchio Habano a utilizzare macchinari nelle loro fabbriche, con l'obiettivo di rivoluzionare il modo in cui venivano fabbricati i sigari e garantire una consistenza quasi perfetta producendo al contempo molto più velocemente e più grandi. Naturalmente, l'industrializzazione di questo processo artigianale non è stata accolta con favore, soprattutto in un periodo di agitazione sindacale, con molti lavoratori che alla fine hanno scioperato. Oggi, tuttavia, questa reputazione di qualità e coerenza rimane, il loro tabacco continua a essere coltivato nella regione cubana della Vuelta Abajo - probabilmente il posto migliore al mondo per le piantagioni di tabacco - e i sigari sono arrotolati a mano dai migliori artigiani. La qualità dei sigari di Montecristo e Por Larrañaga è rimasta fino a quando uno dei produttori più giovani è diventato rapidamente il marchio principale della categoria. 

Cohiba è probabilmente il marchio di sigari più famoso al mondo oggi. È facile, quindi, presumere che fosse operativo dall'inizio dell'Età d'Oro del 1800. Tuttavia, Cohiba è stata fondata poco dopo la nazionalizzazione di Fidel Castro. Una storia leggendaria, si dice che Castro abbia assaggiato un sigaro che una delle sue guardie del corpo stava fumando, del tutto per caso. Dopo aver assaggiato quanto fosse meravigliosamente equilibrato e aromatico, così come come erano costruiti i sigari, convocò immediatamente l'artigiano responsabile - Eduardo Ribera. Una villa locale e abbandonata è stata trasformata in una fabbrica improvvisata e Ribera è stato responsabile dell'addestramento di un gruppo di torcedores sulle sue pratiche che includevano l'arrotolamento di foglie di tabacco fini e i processi di invecchiamento in botte. La villa è ora la mecca della produzione di sigari - El Laguito - e produce ancora alcuni dei migliori sigari conosciuti dall'uomo. Sebbene il marchio sia stato ufficialmente istituito nel 1966, i sigari Cohiba sono stati realizzati esclusivamente per Castro e, in qualche occasione, sono stati regalati da Castro ad altri alti funzionari e capi di stato. Alla fine, nel 1982, una cura di sigari Cohiba fu finalmente rilasciata al grande pubblico a Madrid, in Spagna. 

La parola cohiba deriva dalla lingua Taino e significa tabacco. Non solo il marchio pullula di una storia per cui vale la pena condividere un sigaro, il tabacco stesso viene coltivato nella famosa Pinar del Rio. Ad oggi nessuno sa dove siano le fattorie (o vegas, come vengono chiamati) si trovano effettivamente e rimane uno dei segreti meglio custoditi di Habanos. A causa dello sviluppo della produzione e dei severi requisiti della produzione cubana, ci sono alcune misure che devono essere soddisfatte affinché un sigaro Cohiba possa fare il grado, e per di più, solo i torcedores più abili sono nominati per avvolgere un Sigaro Cohiba. È proprio per questo che rimangono così ricercati e sono sempre più disponibili.

Oggi Cuba riprende il suo ruolo di grande produttore di sigari premium, in concorrenza con la Repubblica Dominicana e l'Honduras. Tuttavia, la qualità e il carattere dei sigari cubani sono innegabili, il che li rende oggi un prodotto così richiesto. Siamo orgogliosi di procurarci e vendere i migliori sigari cubani, di cui puoi fare acquisti qui.