Salta al contenuto
#EGMeets: Giuliano Santilli

#EGMeets: Giuliano Santilli

Durante la nostra recente escursione a Il Club delle Arti, siamo riusciti a ritagliarci un po' di tempo con uno dei volti più influenti nella scena dei sigari londinesi: un Master of Havana Cigars e vincitore del Sommelier di sigari dell'anno ai premi del fumatore di sigari dell'anno nel 2019, Giuliano Santilli di Scuro.

Sigari del mattino con Giuliano Santilli di Oscuro, The Arts Club.

Giuliano si gode un Por Larrañaga all'Oscuro

Giuliano ha la fiducia, la saggezza e la conoscenza di qualcuno ben oltre i suoi anni. Iniziando la sua carriera nell'ospitalità in giovane età, ha trascorso i suoi anni formativi presso Il Lanesborough - dove è diventato un Master of Havana Cigars - prima di trasferirsi in The Ritz a Londra, e infine approdando a Oscuro quando è stato lanciato nel 2019. Il nativo di Roma è uno dei personaggi più affascinanti che potresti incontrare, ma non sottovalutare la sua esperienza nell'artigianato dei fumi di qualità. Non solo cura e si prende cura dell'assortimento di sigari custoditi all'interno dell'humidor walk-in di Oscuro e in tutto il club stesso, ma è orgoglioso di aiutare la clientela a sviluppare e costruire le proprie collezioni di sigari private. Ci siamo seduti con lui in una splendida mattina autunnale soleggiata per condividere un Sigaro cubano e parlare della sua carriera fino ad oggi.

Giuliano Santilli di Oscuro, The Arts Club.

Giuliano Santilli di Oscuro, The Arts Club

EGM: Hai costruito la tua carriera nel mondo dei sigari, ma anche fumare il sigaro è un piacere. Come si trova un equilibrio?

Giuliano Santilli: Per me è molto facile perché è la mia passione, quindi è quello che amo fare. Amo assolutamente il mio lavoro e amo i sigari e il mondo che ruota intorno ai sigari. Nei miei giorni liberi, per esempio, andavo a mangiare bene e poi, per finire una bella giornata o una bella serata, andavo a farmi un sigaro. Quindi sì, mi viene molto naturale perché è la mia passione. Allo stesso modo ci si deve relazionare per quanto riguarda l'abbigliamento maschile e la sartoria.

EGM: Certo. Quindi prima di Oscuro, dov'eri e cosa facevi? Perché ci sei entrato molto giovane...

GS: Si, esattamente. Quindi mi sono interessato per la prima volta ai sigari quando lavoravo al Lanesborough, nella Garden Room, che è questa bellissima cigar lounge. Ho iniziato come barista e sono rimasto davvero affascinato dalla vasta gamma di sigari e dall'entusiasmo che i nostri ospiti avrebbero avuto nel sceglierne uno. Non riuscivo a spiegarmi, venendo dall'Italia avevamo una storia di fumatori di Toscanello; Sigari cubani premium fatti a mano non erano così comuni. Ho chiesto perché la gente dovrebbe spendere migliaia di sterline in sigari, qual è la ragione? Ed è stato allora che mi sono interessato e ho iniziato a studiarlo con Cacciatori e Frankau. Alla fine sono diventato un Master of Havana Cigars.

Giuliano Santilli di Oscuro, The Arts Club.

Dai un'occhiata più da vicino ai dettagli

EGM: Qual è stato il tuo primo sigaro?

GS: Uno dei miei clienti un giorno mi ha regalato un sigaro ed è stato il Ramón Allones appositamente selezionato. È stato il primo sigaro che abbia mai fumato; Non lo consiglierei a chi non ha mai fumato un sigaro in vita sua!

EGM: Abbastanza incisivo, quello.

GS: Sì! Davvero complesso. Un ottimo fumo. Ed è così che ho iniziato, piano piano, a farmi strada, di solito una volta al mese. Ora, quando sono in vacanza, a volte finisco per fumarne quattro o cinque al giorno!

I Ramón Allones appositamente selezionati.

I Ramón Allones appositamente selezionati

EGM: Incredibile.

GS: Ma ancora una volta, sigari, non è qualcosa che brami come le sigarette. Posso stare un paio di mesi senza fumare un solo sigaro. Riguarda l'ambientazione e il tempo. È il godimento di tutto.

EGM: A proposito di divertimento, cosa ti piace di più del lavoro in Oscuro?

GS: Funziona con un prodotto così bello, in un ambiente eccellente e in una delle cigar lounge più belle in cui sia mai stato. Ho la capacità di vedere nuovi sigari ogni giorno, così come nuovi liquori. Ad esempio, ho appena acquisito una collezione privata e ne ho comprati alcuni Partagas Petit Coronas del 1962, l'anno della Rivoluzione a Cuba, e hanno ancora un bellissimo bouquet di aromi. Quindi ho ancora quell'eccitazione su base giornaliera.

EGM: E fondamentalmente curi esclusivamente i sigari qui...

GS: Quindi, sono il capo dei sigari per l'Arts Club. Abbiamo un bellissimo giardino nella brasserie dove vendiamo anche sigari, e qui sopra nella cigar lounge. 

EGM: Cosa distingue questo posto?

GS: Quando l'ho visto per la prima volta, è una svolta tra il moderno e il classico. Immagina te stesso quando pensi a una cigar lounge, penseresti chesterfields in pelle molto scuri, fumosi per esempio. Pieno di vecchi signori, giusto?

EGM: Ah, davvero.

GS: Ma penso che qui sia una fusione perfetta. Belli i dettagli tra cui i tavolini realizzati con foglie di tabacco pressate. Le lampade sono pezzi unici al mondo. Sono i piccoli dettagli. Abbiamo anche questo bellissimo spazio esterno. In realtà è più caldo fuori che dentro al momento! Il designer è giapponese e anche lì hai elementi di influenza. Tutto il marmo viene dall'Italia, tutto unico. Ma è l'ambiente ei nostri ospiti. I sigari rompono le barriere.

Oscuro cigar lounge all'Arts Club.

L'interno della cigar lounge Oscuro

EGM: Come intendi?

GS: Questi sigari mi permettono di incontrare persone interessanti che altrimenti non avrei avuto l'opportunità di incontrare. Trovo che siano una passione che abbiamo tutti in comune. Posso incontrare grandi personaggi, persone diverse in diversi settori. Ovviamente, il punto principale di avere un salotto come questo è potersi rilassare. Non fumerei un sigaro fuori sotto la pioggia. Mi piace godermi ciò che sto fumando, condividere l'esperienza con alcune delle persone più affascinanti del mondo, di tutti i ceti sociali.

EGM: Il tuo sigaro preferito è uguale al mio, il Trinidad Vigia. Come ti godi al meglio il sigaro? So che alcuni si gustano con un espresso, altri con il whisky e così via. Come ti piace fumare la Vigia?

GS: Penso che un bel bicchiere di Porto dopo un buon pasto. La piccantezza del tabacco è bilanciata molto bene dalla dolcezza del Porto. Quindi lo trovo un ottimo abbinamento. Altrimenti al mattino un altro dei miei preferiti è il Di Larrañaga Montecarlo. È un sigaro molto elegante e sottile, con una certa dolcezza e note di caramello. La migliore combinazione con un caffè.

Giuliano Santilli di Oscuro, The Arts Club.

Giuliano Santilli di Oscuro, The Arts Club

EGM: Lo terrò a mente! Destra. Domanda finale. E scusa se ti ho messo in difficoltà, ma eccone uno per te. Quale eredità vuoi lasciare nel mondo dei sigari?

GS: Oh. Penso che la parte migliore del mio lavoro sia l'istruzione. Quindi mi piacerebbe aiutare le persone a scoprire il mondo dei sigari. Sai, scopri una delle cose più belle della vita. Ovviamente sono molto orgoglioso di curare la nostra collezione, ma si tratta di aiutare gli ospiti a scoprire nuove esperienze e nuovi piaceri.

EGM: Meraviglioso. Grazie Signore. È stato come sempre un piacere.

GS: È tutto mio.

Giuliano Santilli si gode un sigaro all'Oscuro, The Arts Club.

Intervista e Fotografia di Rikesh Chauhan.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato..

Quick shop